“ANCORA NO!” by 70FPS now on youtube

A digital preview of the last film by 70FPS “ANCORA NO!” is now on youtube.

It’s an hd transfer of the actual super8 film with the sounds recorded during a live performance in May 2019. Please note that this is only a digital preview: the actual film is conceived to be played live with a modified super8 projector and some electroacoustic photosensitive handmade circuits.

70FPS e ASTEPBACK a DISORDER festival (Eboli, SA) 20/08/2019

il 20 Agosto prossimo saremo al DISORDER festival di Eboli (SA) con la proiezione dal vivo di “ANCORA NO!” e “Portraits” per l’occasione musicato da Gaelle con la sua electroacoustic winebox…

Next 20th of august at DISORDER festival in Eboli (SA) we will present our last two live films: “ANCORA NO!” and  “Portraits” with the sounds of Gaelle and her electroacoustic winebox…

spero di incontrarvi

hope to meet you

Andrea 70FPS

https://www.facebook.com/disordering/

IMG-20190727-WA0005

EXPANDED CINEMA NIGHT at Ventaglieri 76A – 25/06/2019 (start h. 21.00) – with Blau Peru by LAB0D0BLE (Praga) e Tiziana Salvati A/V solo liveset

 

Labo Doble 76 web

Mercoledì 25 giugno 2019

dalle ore 21:00

a Via Ventaglieri 76A, Montesanto, Napoli

una nuova serata dedicata al cinema espanso

EXPANDED CINEMA NIGHT

con il live audio video di Lab0d0ble da Praga ed il solo di Tiziana Salvati,oltre a cena e bar, questo il programma della serata:

– BLAU PERU, 1970

A/V performance di Alexandra Moralesova e Georgy Bagdasarov (Labodoble, Praga)

“Photography is truth. The cinema is truth twenty-four times per second.” J-L. Godard

1970, Blau Peru is an attempt to “develop a film picture”, to wake up a potential story, and to initiate research. We work found footage material. To invoke the moving picture an 8mm film viewer is used. To spread the picture on screen there is a video transfer and due to that kind of digital remediation the material comes to transubstantiation and turns into a “spectre”. Those spectres are then forced to dance with prepared gramophone and so transfigure one of thousand possible stories that found footage material can.

———————————————————bio——————————————————–

George Bagdasarov was born in Kazahstan in Armenian family. Started to study Cybernetics at Technical University, continued with Composition at Music Academy in Moscow and finally graduated Film School in St. Petersburg. Started music carrier as guitarist in psychedelic punk band, developed through conceptual techno to free improvisation based on the stuff collected on flea markets. Played and recorded in different collaboration with jazz, noise, electronic, etc musician R. Deutsch, J. Noetinger, Y. Mashida, LEs Halmes, Dill, Yutaka Makino, DJ Sniff, N. Rubanov, Fitz Ellarald etc. Currently lives in Prague and is finishing his Ph.D. at Film Academy (FAMU) being involved in wide range of collaborations from punk-blues to audio visual noise performance. In solo performances he plays saxophone and prepared guitar with support of flea market’s orchestra.

Alexandra Moralesová was born in Prague and still lives there. She studies on Film Academy in audiovisual department (FAMU, CAS). Interested in film footage and performance she initiates different image-moving projects and musical collaboration. The main motif of live performance is remediation of existing material (for example 8mm film, photography, diary and correspondence) and de/construction through various ways of showing it.

http://labodoble.org/aboutus.html

– TIZIANA SALVATI in solo

audio video mixing,, liveset

live set,manipulated audio.video,expanded cinema,feedbacks and cathodic tube alteration

https://tizianasalvatilab.wordpress.com/solo-project/

70FPS – ANCORA NO! live film in Milan, Turin and Florence

ANCORA NOil mio ultimo film dal vivo ANCORA NO! sarà con me:

il 09/05/2019 a UNZAlab , Milano Niguarda

il 10 e 15/05/2019 al Torino Fringe Festival

il 20/05/2019 al CPA Firenze Sud

spero di incontrarvi…

ANCORA NO!

un film dal vivo di / a live film by 70FPS aka Andrea Saggiomo

(30 min, super8, b/w, 2018)

Una pellicola super8 sulla quale ho stampato manualmente (con la tecnica del rayogram) insetti e foglie insieme a ritagli di altri film. La pellicola non presenta una continuità lineare di fotogrammi; è un collage di immagini ed impronte. Nella proiezione (a velocità variabile) queste immagini si animano, entrano in relazione fra di loro, producono rumore: quella striscia inerte di immagini diventa un film nell’occhio di chi guarda lo schermo nel momento in cui guarda. Non c’è il film prima che qualcuno lo proietti e qualcun altro lo guardi e lo ascolti.

A super8 film on which I printed by hand (with the rayogram technique) insects and leaves together with other film clippings. The film does not present a linear continuity of frames; it’s a collage of images and footprints. When projected (at variable speed) these images come to life, they enter in relation to each other, they produce noise: that inert strip of images becomes a movie in the eye of the one who looks at the screen when he looks. There is no movie before someone projects it and someone else looks at it and listens to it.

MINIminiBIO

Dal 2009 70FPS è un progetto di cinema espanso di Andrea Saggiomo, con il quale egli ha improvvisato e collaborato con musicisti ed artisti internazionali fra i quali Andy Guhl, Seppo Renvall, Riojim, Gaelle Rouard , Cogne et Foutre, Botborg e molti altri

Since 2009 70FPS is an expanded cinema project by Andrea Saggiomo, in the context of which he improvised and collaborated with musicians and international artists including Andy Guhl and Seppo Renvall, Riojim, Gaelle Rouard , Cogne et Foutre, Botborg and many others.

SUPER8 film night 02/05/2019 at 76A starts h. 21.00

Giovedì 02 Maggio 2019

SUPER8 FILM NIGHT

a Via Ventaglieri 76A – Montesanto

starts h. 21.00

con SEPPO RENVALL, 70FPS, DavidONE, GAELLE e PASQUALE

serata seppo pasquale

NAPOLIFILM live IMPRO with Seppo Renvall (super8 projectors), DavidOne (destroyed accordions) and Gaelle (electroacoustic winebox)

una proiezione multipla improvvisata di tutti i materiali ripresi in super8 per l’ultimo film di Seppo Renvall (FIN) “NAPOLIFILM” liberamente smusicati dalla scatola elettroacustica, dalle molle e dagli elastici di Gaelle (TESTACODA magicmoments) e da quel che resta delle fisarmoniche di DavidONE

multiple super8 projections of all the shooting materials of the last film by Seppo Renvall (NAPOLIFILM) with the sounds of  Gaelle electroacoustic boxes (TESTACODAmagicmoments) and what ramains of DovidOne accordions

ANCORA NO! a live film by 70FPS aka Andrea Saggiomo (30 min, super8, b/w, 2018)

Una pellicola super8 sulla quale ho stampato manualmente (con la tecnica del rayogram) insetti e foglie insieme a ritagli di altri film. La pellicola non presenta una continuità lineare di fotogrammi; è un collage di immagini ed impronte. Nella proiezione (a velocità variabile) queste immagini si animano, entrano in relazione fra di loro, producono rumore: quella striscia inerte di immagini diventa un film nell’occhio di chi guarda lo schermo nel momento in cui guarda. Non c’è il film prima che qualcuno lo guardi e lo ascolti.

A super8 film on which I printed by hand (with the rayogram technique) insects and leaves together with other film clippings. The film does not present a linear continuity of frames; it’s a collage of images and footprints. When projected (at variable speed) these images come to life, they enter in relation to each other, they produce noise: that inert strip of images becomes a movie in the eye of the one who looks at the screen when he looks. There is no movie before someone looks at it and listens to it.

 

In chiusura del corso di cinema in pellicola – Proiezioni Super8 e 16mm nella sala cinema dell’asilo – Sabato 1 Dicembre ore 21.30

Proiezioni 1-12-2018web

SABATO 1 DICEMBRE 2018

presso la SALA CINEMA dell’ASILO

Ex Asilo Filangieri Vico Giuseppe Maffei, 4, 80138 – Napoli

a partire dalle ore 21:30

 

PROIEZIONI IN PELLICOLA SUPER8 E 16MM

con:

MATERIALI del CORSO DI CINEMA IN PELLICOLA

tenutosi quest’anno presso il Centro di Fotografia Indipendente

(MULTISCREEN IMPRO, super8 e 16mm, b/n, 20 min. circa)

una sessione di proiezioni multiscreen con i materiali prodotti dai partecipanti durante il corso di cinema in pellicola. Proveremo a metterci alla prova della sala  con 4 proiettori super8 e un 16mm cercando principalmente di divertirci e perderci nel flusso di proiezione/produzione dell’immagine in movimento.

Il corso ha avuto una durata di circa 3 mesi per un totale di 16 incontri di 4 ore ciascuno. L’intento del corso è quello di introdurre alle pratiche manuali (convenzionali e non) di lavorazione della pellicola cinamatografica 8mm, super8 e 16mm, bianco e nero e colore. Dalla ripresa allo sviluppo e alla stampa fino al montaggio e alla proiezione, affrontiamo ognuno di questi passaggi non come un mero procedimento tecnico ma come una diversa e successiva fase di creazione e sperimentazione.

e a seguire:

ANCORA NO! un film di 70FPS

(super8, b/n, musicato dal vivo mediante circuiti elettroacustici fotosensibili, 30 min. circa)

Una pellicola super8 sulla quale ho stampato manualmente (con la tecnica del rayogram) insetti e foglie insieme a ritagli di altri film. La pellicola non presenta una continuità lineare di fotogrammi; è un collage di immagini ed impronte. Nella proiezione (a velocità variabile) queste immagini si animano, entrano in relazione fra di loro, producono rumore: quella striscia inerte di immagini diventa un film nell’occhio di chi guarda lo schermo nel momento in cui guarda. Non c’è il film prima che qualcuno lo guardi e lo ascolti.

LAST MINUTE SUPER8 by Jaap Pieters at Via Ventaglieri 76A 20/10/2018 start h. 21.00

Sabato 20 Ottobre dalle ore 21.00 ospiteremo a Via Ventaglieri 76A le proiezioni in super8 dei film di Jaap Pieters da Amsterdam (sarà lui stesso a presentarli e proiettarli).

L’OCCHIO DI AMSTERDAM :

TRA MICROCOSMO CASALINGO E MACROCOSMO METROPOLITANO

Noto come “l’occhio di Amsterdam” Jaap Pieters filma in super8 dal 1985 e filma spesso dalla finestra del suo appartamento. La contemplazione immobile del ritmo della vita diventa apertura di un tempo diverso. Nella durata di una bobina (3 minuti) si ristabilisce un contatto emotivo tra il nostro occhio e la nostra comprensione del mondo. Emerge in queste immagini il senso di un’umanità fragile che vive l’alienazione degli spazi urbani nel mentre l’attenzione agli oggetti e ai dettagli della quotidianità fa sì che essi trascendano la loro matericità in film astratti e contemplativi.

Ci sarà da mangiare e da bere…

JAAP